WBC 2019 Italy 1

Eccoci tornati dalla trasferta in Repubblica Ceca dove siamo andati per il Campionato del Mondo di BikeTrial 2019.

La manifestazione si è svolta nella settimana che va dal 12 al 18 di agosto 2019 con la ormai tradizionale formula della doppia gara. Il 13 e 14 hanno corso rispettivamente le categorie del Gruppo B (Poussin, Benjamin, Minime, Femina e Major) e del Gruppo A (Junior, Senior ed Elite), mentre il secondo round si è svolto il 16 per il Gruppo B e 17 per il Gruppo A. 
La location dove si è svolta tutta la manifestazione è stata la struttura dell’ Automoto Klub Nepomuk (AMK) presso la cittadina di Kramolin (Plzen). In questa ampia area solitamente si corrono gare di Motocross e Sidecarcross, ma si svolgono anche gare di Trial in moto e BikeTrial. Questa volta è toccato a noi animare una settimana di gare.
Il posto è perfetto per un Mondiale di BikeTrial. La zona per il campeggio è grande e posta su vari livelli essendo scavata sul fianco di una collina. Ci sono due strutture permanenti con bagni e docce, due piccole piscine, due palchi ed altre due strutture per bar e direzione gara.

WBC 2019 Italy Locatelli

Le zone sono state allestite tutte nel bosco che circonda l’area e che si presta benissimo per il nostro sport. Terreno naturale di grandi rocce e terra senza zone artificiali. Il numero delle sezioni era un classico 10 x 2 giri per il Gruppo A e 8 x 2 giri per il Gruppo B.
Il livello delle zone è stato in linea con quello che deve essere un Mondiale eccetto forse per i “rossi” (categorie Junior e Senior) della prima gara. In questo caso erano tecnicamente eccellenti, ma tutte veramente lunghe. Eccetto la prima zona più abbordabile, tutte le altre erano veramente tiratissime col tempo. Valeva la pena eliminare uno o due passaggi in due o tre zone e lasciare la altre invariate per avere un crescendo in difficoltà più equilibrato. Ma tant'è. Le gare sono anche questo.

Per concludere il quadro di presentazione del WBC 2019, il meteo non è stato estivo. Il tempo è stato molto variabile con passaggi nuvolosi alternati con pioggia e sole. Conseguentemente l’escursione termica variava di molto a seconda della situazione e del momento.

Veniamo ai fatti di casa nostra. Intanto scriviamo subito che FINALMENTE la partecipazione italiana è stata numericamente alta. 12 atleti divisi equamente nelle varie categorie non l’avevamo mai avuta in una gara al di fuori dell’Italia nella storia recente. Il massimo lo avevamo toccato a La Tour de Scay (Francia) nel 2008 con 10 partecipanti. ECCELLENTE!

Diciamo subito un BRAVISSIMO a Diego Mazzola, classe 2013 che ha corso, in deroga vista la sua età, nella categoria Poussin. E’ stato il più giovane partecipante a questo mondiale. Siamo sicuri che è stata una bella esperienza che gli servirà già dalle prossime gare.
Bravi anche ai tre “Benjamin” Fabio Mazzola, Luca Massa e Mattia Massa che hanno affrontato una competizione certamente difficile in una categoria storicamente molto competitiva. Per loro rispettivamente un quindicesimo, sedicesimo e ventunesimo posto in classifica finale.
Ottimo anche a livello di risultato è stato Alessio Bonomelli che, a dispetto dell’età, è ormai un veterano. Egli partecipa a gare internazionali fin dal 2012. Alessio si è classificato sesto nella prima gara (per lui sono state difficili la zona 2 e 3) e nono nella seconda con un brutto primo giro. Per lui comunque un ottimo ottavo posto finale. Bravo Alessio!

WBC 2019 Italy Mazzola

Per quanto riguarda il gruppo A, abbiamo i “fantastici quattro” della Junior Paolo Locatelli, Elia Orfino, Marco Pozzali e Luca Giorgi. Qui dobbiamo dire che, nella prima gara, le zone erano davvero difficili e, probabilmente, sono anche state affrontate con non troppa convinzione. Nonostante tutto nessuno ha chiuso a punteggio pieno e quelli classificati meglio non erano distanti.
Nella seconda gara, tutti si sono espressi molto meglio. Specialmente Paolo Locatelli ha concluso con un ottimo quinto posto di gara. Peccato non aver migliorato nel secondo giro come hanno fatto gli altri altrimenti…
Alla fine in classifica finale abbiamo Paolo settimo, Elia ottavo, Marco nono e Luca undicesimo. Sono ottimi numeri. La categoria è estremamente competitiva. Non mollate ragazzi. Siete BRAVI!

Nella categoria Senior abbiamo i “sempre presenti” Nicolò Santini e Daniele Castellaro che, come sempre, si sono buttati nella mischia, hanno girato bene considerando il livello dei “rossi” di quest’anno, e si sono divertiti. Per loro un nono ed un undicesimo posto finali.
Infine arriviamo alla categoria regina. La Elite. Qui il nostro Luca Tombini ha centrato un ottimo ottavo posto finale. Potrà suonare strano scrivere così dopo il quinto posto dello scorso anno.
Quello che si può dire è che, rispetto agli avversari, Luca non è riuscito a migliorare nel secondo giro, mentre praticamente tutti lo hanno fatto. Sarebbe bastato molto poco per migliorare di due/tre posizioni.
Però qui si parla della categoria dove ci sono tutti i più forti. Più su non si va. Inoltre il parco partecipanti quest’anno era pazzesco. Queste zone e questi avversari non permettono margine. O sei al 100% o ti passano avanti. Probabilmente una preparazione atletica più mirata basta per chiudere le gare in crescendo. Comunque grande Luca!

WBC 2019 Italy Tombini

Il Campione del Mondo si conferma il Ceco Vaclav “Vashek” Kolar al suo sesto titolo nella Elite. Al secondo posto uno strepitoso Arvis Dermaks (Lituania) ed al terzo il Francese Nicolas Vallee che è andato molto bene considerato che era alla sua prima esperienza nel BikeTrial. Vashek ha fatto la differenza nella prima gara dove le zone erano veramente difficili ed il terreno non ancora perfettamente asciutto dalla pioggia caduta durante la notte. Alla fine Vashek aveva 13 penalità di differenza su Arvis. Nella seconda gara il livello era un pelo più basso ed un paio di 5 evitabili hanno compromesso la sua gara contro un Arvis veramente strepitoso nel secondo giro. Alla fine Vashek e Arvis arrivano pari a 19 penalità, ma Arvis vince la gara “agli zeri” e Vashek vince il titolo per minor numero di penalità totali.

WBC 2019 Italy Giorgi

Per concludere, è stato un bel mondiale. Tecnicamente duro (come sempre in Repubblica Ceca) in un posto ideale per questo tipo di manifestazione. Forse è mancato un po’ di contorno e di coinvolgimento delle autorità. Sotto questo punto di vista ci sono state edizioni migliori. Posso tranquillamente affermare che l’Europeo di Brumano è stato complessivamente fatto meglio. 

Ottima è stata la nostra partecipazione. Solo noi tra tende e caravan abbiamo occupato più di mezzo livello del camping e ci siamo divertiti come gruppo. Speriamo che questo serva per motivare i ragazzi che solo a queste gare possono fare un salto di qualità tecnico e personale anche a costo di prenderle di santa ragione dagli avversari e dal livello delle zone. Grazie alle famiglie dei ragazzi di cui abbiamo scritto, che supportano e si sobbarcano i costi che implica questo sport. Teniamo sempre a sottolineare che non ci sono sovvenzioni. I costi sono tutti a carico.
Come sempre un bel grazie va a Luca Berizzi senza il quale probabilmente almeno 3 o 4 ragazzi non sarebbero stati qui o, per lo meno, non a questi livelli.

WBC 2019 Italy Castellaro

Come sempre un bel grazie a Giuliano Gualeni che avrà parlato con almeno un miliardo di persone in questa settimana per portare avanti la baracca.
Le novità più importanti per il 2020 sono che ci sono già un bel paio di candidature per Europeo e Mondiale e che i nomi delle categorie cambieranno. Dopo più di trent’anni è ora di aggiornarsi… Ne sapremo di più nei prossimi giorni. State sintonizzati.

Per quest’anno gli appuntamenti internazionali sono finiti, mentre vanno avanti quelli italiani.
L’ 1 Settembre a Pozza di Fassa (TN) dagli amici del Rode a Motor per la quinta di Campionato Italiano.
Il 29 Settembre a Piancogno (BS) dagli amici del Dynamic per l’ultima di Campionato con tutte le premiazioni, ricchi premi e cotillons!

Ci sentiamo. Fate i bravi.
Fedoushek per BikeTrialitalia.

WBC 2019 Italy Santini

CLASSIFICHE DI GARA

CLASSIFICHE FINALI

GALLERIE FOTOGRAFICHE

 

 

 

Pin It