Alcune importanti novità riguardano le Licenze BikeTrial 2016 e così pure le Categorie. 

Categoria Major

Come potete leggere sul sito ufficiale BIU a partire dalla prima gara internazionale valida come "Campionato", ovvero il Campionato Europeo BikeTrial 2016 che si svolgerà a Bolotana il 18 Giugno, è stata creata la nuova Categoria "MAJOR".

La categoria Major costituirà un Trofeo internazionale durante il Campionato Europeo e Mondiale, non darà diritto al titolo di Campione BikeTrial e sarà riservata ai concorrenti con 35 anni e più sulle zone Blu. La categoria Major in Italia non è prevista, il campionato Italiano, infatti, prevede già la Expert che rimane e rimarrà la medesima degli anni scorsi ed ovvero: aperta a tutti i maggiori di 16 anni che ne fanno richiesta su zone Blu.

Categoria Hobby

Sempre a livello italiano, quest'anno è stata introdotta anche la categoria Hobby che non costituirà Campionato, come la Promotion, ma sarà aperta a tutti sulle zone Bianche. E', ovviamente, una categoria assolutamente "entry level" per favorire l'avvicinamento al BikeTrial di tutti coloro che vogliano provare il percorso fettucciato.

Potete vedere tutte le Categorie Italiane 2016 in questo articolo.

Convenzione UISP - FCI

Altra importante novità è data dall'accordo tra FCI e UISP, siglato il 03 Febbraio 2016, in merito ai tesseramenti ed alle Licenze 2016, grazie al quale le due licenze ritornano ad essere reciprocamente riconosciute, i due Enti si impegnano reciprocamente a garantire le pari tutele assicurative tra i tesserati. Questa convenzione favorisce l'avvicinamento e lo scambio reciproco dei partecipanti. Come riportato nel documento accompagnatorio pubblicato da UISP: con la firma dell'accordo-convenzione l'UISP e la FCI hanno deciso di dare vita ad un vero e proprio "patto associativo” per lo sviluppo della disciplina sportiva del Ciclismo, nell'interesse dei praticanti, dell'associazionismo di base e delle comunità locali".

Mi auguro che gli assurdi ed infondati "divieti" alla bisogna sollevati dai Tecnici FCI nelle ultime stagioni, nei riguardi dei tesserati FCI interessati a prendere parte alle nostre gare, vengano definitivamente meno. Una volta per tutte. Ritengo giusto fare una precisazione tecnica in merito:

La nuova convenzione chiarisce che FCI ha diritto normativo sulle discipline ciclistiche regolamentate da UCI. Resta fermo il fatto che FCI nulla può regolare sul BikeTrial che rimane esclusivamente in capo a BIU (BikeTrial International Union). Solo ed esclusivamente i Members di BIU possono organizzare Campionati di "BikeTrial" non avendo nè UCI nè FCI alcun diritto su questo Sport di derivazione motociclistica. BIU ha tutte le carte in regola per tutelare legalmente questo Sport a livello internazionale che, nonostante tutto, è arrivato alla sua venticinquesima Stagione Agonistica Internazionale. Restano fermi gli obblighi legali a qui sono soggetti tutti i cittadini italiani in merito alle normative anti-doping. Indipendentemente dallo sport praticato ed in forza dei parametri internazionali WADA.

Ribadito quindi che la Federazione Cicilstica Italiana e UCI non hanno alcun potere decisionale sul BikeTrial, e chiarito che la Convenzione 2016 aiuterà, ci auguriamo, a favorire la reciproca partecipazione dei concorrenti alle gare Trials (organizzate da FCI) ed alle gare BikeTrial (organizzate da UISP), mi auguro che le prese di posizione viste nel corso della stagione 2015, nei riguardi di quei pochi Tesserati FCI che hanno deciso di partecipare alle gare BikeTrial in Italia ed all'estero non si ripetano. Anche solo per evitare le figuracce ridicole che abbiamo rimediato nella passata stagione diventando gli zimbelli di tutto il circus mondiale.

Trial e BikeTrial resteranno attività sportive simili, ma diverse; invece i Riders restano sempre e comunque i gli unici protagonisti in entrambe. Sono da rispettare; sempre!

Chiarimento: Se la domanda è: "allora posso fare il Campionato BikeTrial con la tessera FCI?" la risposta è "No, puoi fare le gare". Per i punti di Campionato rimane l'obbligo di Licenza BikeTrial UISP.

Licenza Internazionale BIU

La cara vecchia Tessera BIU va in pensione (volontaria). Da subito, da questa stagione, BIU ha attivato una nuova procedura di riconoscimento reciproco delle tessere nazionali.

Quest'anno la Tessera UISP sarà valida anche durante le gare calendarizzate da BIU e quindi la Licenza BIU non sarà più necessaria. La partecipazione alle gare internazionali sarà comunque regolata dalla presenza nella Entry List del Campionato Europeo o Mondiale, ma per quanto riguarda la Licenza basterà quella UISP valida per le gare italiane. Molto più semplice.

Buon allenamento e buona partecipazione ai Campionati BikeTrial 2016.

Giuliano Gualeni - BikeTrial Italia

Pin It