MotoCross_1984_01

La lettura di un vecchio articolo pubblicato su MotoCross dell’Aprile 1984 mi da lo spunto per alcune considerazioni che ho cercato di riordinare in questo articolo.

BikeTrial Italia è nato nel 2009 con l’intento di fornire informazioni, regolamenti, classifiche e quant’altro riguarda il mondo del BikeTrial. BikeTrial Italia si fonda sul volontariato secondo i principi su cui si fonda anche tutto il sistema BIU (BikeTrial International Union). In Italia il BikeTrial ha conosciuto recentemente una certa fama anche grazie alla consolidata presenza televisiva dell’amico Vittorio Brumotti che ha ormai reso di pubblico dominio la parola “BikeTrial”; Vittorio può utilizzare a titolo questo termine perché ha praticato e vinto in questo Sport. Uguale merito va dato a tutti gli Atleti che fanno il BikeTrial a partire da Alberto Limatore ed a tutti i tesserati UISP che gareggiano nelle Gare organizzate secondo Regolamento BIU. Un’altra grande parte di merito va alle Associazioni affiliate a UISP che si occupano di portare avanti questo Sport in Italia con un lavoro continuo e silenzioso  ed infine una parte di merito va anche a questo sito web.

Come già detto la parola “BikeTrial” identifica esclusivamente l’attività sportiva effettuata secondo il Regolamento BIU (BikeTrial International Union). Esiste un altro Sport che si chiama TRIALS molto simile al BikeTrial che in Italia è patrocinato da FCI con regolamento approvato da UCI. All’estero questa semplicissima differenza risulta chiara a tutti mentre in Italia si continua a confondere il “Trials” con il “BikeTrial”. Si tratta di due  Sport diversi, sta al possessore di una Bicicletta da Trial decidere se usarla per fare BikeTrial o Trials o entrambi partecipando agli Eventi agonistici rispettivamente organizzati da UISP o da FCI. Ogni altra questione come la differenza tra “Ente” e “Federazione”, la “piastra” o la “gomma” sono  inutili perdite di tempo. E’ Campione chi vince le Gare organizzate secondo un determinato Regolamento Sportivo. Non è difficile da capire. Il Campione di BikeTrial ha vinto le gare di BikeTrial viceversa il Campione Trials ha vinto le gare di Trials. Oppure si può decidere di fare come molti Campioni di BikeTrial che sono diventati anche Campioni di Trials, come Benito Ross o Toni Bou che dopo essere stato Campione di BikeTrial nella Categoria Minime ha vinto nel Trial Motociclistico da cui il BikeTrial deriva. Proprio la “derivazione” dal Trial motociclistico continuerà sempre a caratterizzare questo “Sport” distinguendolo dalla “disciplina ciclistica” Trials.

Quello che unisce chi fa “Trials” a chi fa “BikeTrial” è sicuramente la voglia di mettersi in gioco partecipando agli eventi Agonistici; solo con il costante impegno nella partecipazione alle gare si fa “salire il livello” e bisogna imparare che in una Classifica ci sono SEMPRE i primi e gli ultimi. Le gare insegnano prima di tutto a perdere !  Il “TRIAL” non da appello, non si possono trovare scusanti o giustificazioni: “o sali o non sali” per questo molti decidono di non partecipare, per paura di sfigurare. Purtroppo non miglioreranno mai. Stare a casa la domenica a scrivere sui “forum” sentenziando su chi sia il più bravo è decisamente troppo facile; di sicuro non si arriva MAI ultimi !!! Una attività che nulla ha a che fare con lo SPORT.

Queste considerazioni sono scaturite da un articolo che è una vera e propria curiosità: una Classifica di Campionato Regionale Trial svoltosi il 11 Marzo 1984 a Songavazzo (BG) dove il Responsabile Nazionale Trials Marco Patrizi saliva sul podio nella Categoria Junior mentre il sottoscritto Delegato BIU Giuliano Gualeni “prendeva le mazzate” con una SWM 125 nella Cadetti. Da segnalare anche la presenza di un Mainetti nella Classifica oltre 125. Nonostante il risultato, io girai a 104 penalità (!!!), è sicuramente uno dei ricordi più belli che ho.

Domani saranno passati esattamente 27 anni da quel giorno, era la mia prima gara !!!

Giuliano Gualeni

Delegato BIU Italia

 

PARTECIPATE ALLE GARE !

 

MotoCross_1984_02

Pin It