Brezova_2011_01

Brezova (CZ) 23 e 24 Luglio 2011. Da dove cominciare .... ? Non è facile riassumere questa prima gara di Campionato Mondiale BikeTrial 2011 organizzato dalla Delegazione BIU Repubblica Ceca con il Club BikeTrial di Brezova con la piena collaborazione dell'amministrazione locale. Una nutrita rappresentanza di Rider italiani ha avuto il piacere di vivere questo Evento perfettamente riuscito. L'esperienza degli organizzatori si è mostrata in ogni particolare e tutto si è svolto nel modo migliore. OTTIMA ORGANIZZAZIONE !!!

 

Il livello tecnico e agonistico è stato elevatissimo. Le zone sono state giudicate dalla giuria internazionale di livello medio difficile ma i risultati hanno smentito, in parte, questo giudizio. Evidentemente il livello agonistico medio è salito e di molto. Il vincitore della Categoria Elite, Dani Comas, ha mostrato una forma agonistica smagliante (la stessa che gli ha permesso di sbaragliare la concorrenza durante il Campionato Europeo Trials di Biella) ma non è stata da meno quella mostrata dal Giapponese Kazuki Terai che ha battagliato con il Catalano fino alle ultime zone. Un cinque alla zona 9 del primo giro ha relegato Kazuki al secondo posto ma con un totale di sole 6 penalità contro il singolo piede di Comas. 1 a 6 il risultato finale. Ben Savage terzo per gli zeri ha completato il podio.

 

Jan Kocis, Rafael Tibau Roura e Alexander Fabregas sono stati i primi nella Senior con il francese Fabregas con un primo giro a sole 2 penalità che ha poi pagato la fatica di queste zone, parecchio lunghe, poste in gran parte nel sottobosco. Anche le zone rosse sono state superate dai primi concorrenti con una facilità quasi imbarazzante. Ventiduesima posizione per Matteo Pasquali ed un ritiro per Daniele Gualeni sono le due posizione conquistate dagli italiani in questa categoria.

 

Lo svedese Joacym Nimann ha agguantato il successo ai danni dello Slovacco Ladislav Janoska per un solo piede. Anche lo slovacco, come molti, ha sofferto di crampi alle braccia ed un cinque causatogli da questo problema ha dato il via libera allo svedese che ha meritato a pieno questo risultato. Terzo il Catalano Armand Molla. Alessandro Allegretti ha ottenuto un ottimo settimo posto sulle 11 zone rosse davvero molto simili alle zone Elite. Ale ha dimostrato, specialmente nel secondo giro, "di esserci", ora ha solo bisogno di una migliore concentrazione ed una maggiore consapevolezza delle sue indubbie capacità. Il risultato potrà arrivare a breve. La tecnica non manca di sicuro al giovane pesarese e la serietà con cui ha affrontato la giornata è stata esemplare. Ora è tempo di crederci veramente!

 

Minime a favore del lettone Arvis Dermark, seguito dallo spagnolo Sergio Garcia Martinez e dal connazionale Valters Smiltans. Quarto posto per Andrea Riva che ha pagato qualche errore di troppo forse a causa di zone all'apparenza semplici. Zone, quelle Blu, che per i primi sono risultate fattibili ma proprio per questo insidiose. Purtoppo una gara di trial si può perdere per un solo piede .... come si può perdere un mondiale di calcio per un solo Gol. Continua anche la crescita tecnica del Livornese Guido Frosini che ha pagato a caro prezzo i due cinque commessi alla zona due e sette del primo e secondo giro. Anche per lui, come per Andre la possibilità di rimediare a San Miguel de Campmajor la prossima domenica. Santini Nicolò ventiduesimo è apparso un po' sottotono rispetto alle buone prestazioni dell'ultimo periodo; Nik non è un tipo che si abbatte facilmente e sicuramente tirerà fuori le unghie alla prossima gara.

 

Nella Benjamin e nella Femine nessun italiano iscritto mentre nella Poussin un ottimo Diego Crescenzi ha agguantato il sesto posto nella gara vinta dall'inglese Adam Morevood seguito dai due giapponesi Seija Fujikawa e Nagamasa Masuda. Nel loro caso non è certo il caso di parlare di esperienza, qui il tempo per migliorare non mancherà ed il piccolo Diego ha la stoffa per portare in alto il nome del BikeTrial italiano.

 

BRAVISSIMI TUTTI !!!

 

Bravissimi tutti può sembrare una frase gratuita ma così non è; bravissimi tutti per la presenza, per l'impegno, per il coraggio e per lo sforzo fatto per partecipare ad una gara che ricordiamo finirà la prossima settimana in Spagna a Sant Miguel De Campmajor. Come già detto il livello tecnico è veramente "mondiale" e chi ha partecipato si è trovato a competere con dei veri e propri Campioni che nulla lasciano al caso. Per l'anno prossimo sarà necessario ideare una migliore formula di partecipazione da parte della nostra rappresentanza al fine di fornire ai partecipanti un migliore supporto tecnico che a questo livello è ormai evidentemente necessario.

Mi scuso anticipatamente per il serivizio fotografico veramente "indecente" scattate con il cellulare.

 

Altro servizio fotografico qui.

Altro servizio fotografico qui.

 

 

Pin It